• fagiano
  • cinghiale
  • lepre
Stampa

CENSIMENTO BECCACCIA 2020 E RICONSEGNA ALI

on .

Come ogni anno l’ATC Pescara promuove e organizza le attività di gestione della specie Beccaccia (Scolopax rusticola). Tra queste si ricorda a tutti i cacciatori l’obbligo (previsto dal Calendario Venatorio) di riconsegna all’ATC dell’ala destra delle beccacce abbattute durante la stagione venatoria appena conclusa. Per fare questo è possibile utilizzare la SCHEDA RICONSEGNA ALI BECCACCIA (con istruzioni) in allegato.

Per il censimento 2020, in base alla Comunicazione della Regione Abruzzo (in allegato) sono previste le seguenti giornate di censimento:

  • Date di monitoraggio all’interno degli Istituti di protezione (zone di ripopolamento e cattura, aree cinofile, zone di rispetto venatorio e oasi di protezione): 10, 14,17 gennaio 2020.
  •  
  • Date di monitoraggio nel territorio aperto alla caccia e negli Istituti di protezione: 20 gennaio - 21 febbraio 2020.

E' possibile per tutti i censitori beccaccia dell'ATC Pescara scaricare (e portarsi dietro) la specifica "autorizzazione censimento beccaccia" già trasmessa agli organi di controllo (fate attenzione perchè nel numero di Protocollo c'è un refuso dell'anno scorso 2019, ma ovviamente si tratta del Protocollo 18/2020), nonchè la "scheda censimento" allegata.

Le condizioni operative del censimento sono le stesse dell'anno scorso, riportate nelle "informazioni censimento" in allegato.

Si ricorda a tal proposito che, come negli anni precedenti, sono già state assegnate d'ufficio alcune UC all'interno degli Istituti Faunistici ai censitori che le hanno censite l'anno scorso (vedi Assegnazione UC degli Istituti Faunistici). Le altre, rimaste libere, potranno essere scelte dagli altri censitori telefonando in ufficio. Si ricorda che per ogni UC degli Istituti Faunistici è necessario scegliere e censire una UC del Territorio Libero (vedi allegato). In questo caso non ci sono particolari assegnazioni, basta chiamare in ufficio per prenotarsi la UC prescelta, oppure richiederne un'altra in caso risulti già occupata. 

 

Stampa

CATTURA LEPRI ANNO 2020

on .

Come ogni anno l'ATC Pescara organizza le catture di lepri all'interno delle ZRC e ZRV gestite, in base al Programma di Cattura in allegato.

Come già avvenuto negli anni precedenti le lepri catturate andranno immesse nelle "Aree Vocate" individuate dall'ATC Pescara (in allegato) le quali saranno stabilite, volta per volta, dai "gruppi di montatori reti" che saranno presenti il giorno stesso delle catture.

Si allegano infine i "gruppi di montatori reti" che hanno partecipato alle catture nel 2019, chiedendo ai relativi capisquadra di confermare la propria squadra (e i relativi componenti) possibilmente entro venerdì 10 gennaio 2019 (mattina), dandone comunicazione in ATC.

Stampa

PROROGA CACCIA ALLA BECCACCIA NEL MESE DI GENNAIO 2020

on .

Con Determina n.643 del 23.12.2019, la Regione Abruzzo stabilisce che, nell'ATC Pescara, la caccia alla beccaccia può essere esercitata a gennaio 2020 limitatamente alle seguenti 4 giornate: 2, 4, 5 e 9 gennaio. II prelievo della specie è esercitabile esclusivamente con le prescrizioni di cui al capo D) del Calendario Venatorio.

In allegato:

  • Determina 643 del 23/12/2019
  • Parere ISPRA
Stampa

“RISORSE NATURALI D’ABRUZZO” UN PROGETTO PER LA CREAZIONE DI UNA FILIERA DELLA SELVAGGINA NELLA NOSTRA REGIONE

on .

Venerdì 20 dicembre p.v. c'è stata a Pescara (alle 15,00 all’Aurum) la presentazione del Progetto di Filiera della Selvaggina in Abruzzo denominato “Risorse Naturali d’Abruzzo”. Nutrita la presenza di tutti gli attori interessati alla filiera coinvolti dagli interessanti approfondimenti dei relatori tutti. Erano presenti i rappresentanti degli AA.TT.CC: Pescara, Chietino-Lancianese, Sulmona, Avezzano e Vastese (Soci del Progetto) nonché altri ATC regionali (Subequano e Roveto Carseolano) ed extra regionali (Presidente ATC Isernia 3), a dimostrazione che il Progetto potrebbe interessare anche altre regioni. Inoltre erano presenti i rappresentanti istituzionali della Regione Abruzzo, delle ASL abruzzesi, dell’Istituto Zooprofilattico, delle Polizie Provinciali, dei Parchi e delle Riserve Regionali, nonché i rappresentanti del mondo agricolo e della ristorazione.

Saranno comunque necessari ancora molti ed inevitabili approfondimenti mirati, da condividere in particolare con tutti i cacciatori interessati a valutare i diversi aspetti su tutta la Regione. La Filiera sarà basata principalmente su animali provenienti dalla Caccia. Da questo punto di vista gli interventi dei relatori (soprattutto Ferri e Viganò) sulla qualità delle carni e sul benessere animale derivante dagli abbattimenti venatori, non lascia dubbi rispetto ad altre paventate forme di approvvigionamento della Filiera (vedi catture), tanto da aver convinto anche gli ambientalisti più scettici presenti in sala, che hanno apprezzato comunque l'evoluzione progettuale.

Al momento il cacciatore è l’unico a poter regolare la presenza della fauna selvatica, a volte dannosa rispetto al territorio. Quindi, più che mai siamo chiamati a spiegare il significato della "Caccia" ai giovani, agli scettici e a tutta l'opinione pubblica. Il cacciatore ha un ruolo fondamentale nella gestione faunistico territoriale, il cacciatore è l’unico che utilizza il suo tempo libero per migliorare e arginare il problema sociale dei cinghiali e non solo. Possiamo tranquillamente asserire che il "Cacciatore Formato" é l'unico in grado di poter contribuire alla gestione e alla valorizzazione del territorio, alla valorizzazione delle carni e dei prodotti tipici, all' incremento dell'occupazione che ne deriverà su tutta la filiera. La Comunità Europea ha sempre asserito che il carniere deve essere sempre destinato al consumo e, sulla falsariga di questo, anche la FAO nel 2005:

‘’Tenuto conto del suo valore ecologico, sociale ed economico, la fauna selvatica è un’importante risorsa naturale rinnovabile, con rilevanza per settori quali lo sviluppo rurale, la pianificazione del territorio, l’offerta alimentare, il turismo, la ricerca scientifica e il patrimonio culturale. Se gestita in modo sostenibile, la fauna selvatica può fornire un’alimentazione e un reddito e contribuire notevolmente alla riduzione della povertà, nonché alla salvaguardia della salute umana e ambientale’’

Bisognerà ora sviluppare un progetto articolato e completo, con un adeguato "business plan", che tenga conto del necessario coinvolgimento di tutte le parti sociali e non per ultimo stabilire i prezzi di cessione delle carni rispetto alla qualità delle stesse, utile a soddisfare tutti gli attori della filiera!

Oggi più che mai esiste una opportunità per il mondo venatorio ...Saranno ora i cacciatori, le associazioni venatorie, gli imprenditori, i tecnici e le istituzioni a saper raccogliere questa occasione??? Speriamo di sì!

 

In allegato:

Locandina, Atti del Workshop e Galleria Fotografica

Stampa

CACCIA ALLA VOLPE - MODALITA' OPERATIVE PER L'UTILIZZO DEL CANE DA SEGUITA S.V. 2019/2020

on .

In allegato disciplinare e relativa modulistica per l'utilizzo del cane da seguita nell'attività di caccia alla volpe, come da Calendario Venatorio Regionale al Capo A.

L'elenco delle squadre vanno inviate all'ATC Pescara via email all'indirizzo:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Stampa

CACCIA IN BRACCATA IN AREA NON VOCATA S.V. 2019/2020

on .

A partire dal 4 novembre 2019, tutte le squadre che hanno fatto richiesta entro i termini previsti, possono esercitare la caccia in braccata nell'area non vocata, all'interno delle macroaree non vocate a loro assegnate, seguendo il calendario delle uscite in allegato.

Nell'allegato sono presenti altresì i punti di raduno, definiti per ogni macroarea non vocata, a cui tutti i partecipanti devono recarsi la mattina stessa della braccata.

Al fine di esercitare la caccia di selezione in area non vocata tutte le squadre autorizzate devono ritirare n° 10 fascette presso l'ATC Pescara. Si ricorda che i capi abbattuti vanno registrati normalmente sul registro battute già in dotazione, specificando nella singola giornata di braccata alla voce "località" la seguente dicitura "braccata effettuata in Area Non Vocata - Macroarea___". Mentre accanto alla registrazione del capo abbattuto, nelle Note, si deve inserire in numero di fascetta.

Per tutto il resto si rimanda ad apposito "Disciplinare per la Caccia in Aree Non Vocate dell'ATC Pescara".

 

N.B.

Tutte le cartine delle Macroaree dell'Area Non Vocata sono scaricabili dal precedente Articolo Pubblicato "Zonazione Definitiva Cinghiale S.V. 2019/2020" 

Stampa

ZONAZIONE DEFINITIVA CINGHIALE S.V. 2019/2020

on .

Di seguito è possibile scaricare tutta la cartografia delle zone di caccia al cinghiale (ZC), assegnate dall'ATC Pescara alle squadre di braccata (regolarmente presentate e aventi diritto) per la Stagione Venatoria 2019/2020.

Inoltre si allega anche tutta la cartografia delle Macroaree Non Vocate, nonchè un quadro riepilogativo.

N.B.

Tutta la cartografia aggiornata è disponibile anche su "XCACCIA" l'Applicazione  per Smartphone e Tablet, Andriod o IPhone. Se non l'avete ancora fatto scaricatela seguendo le allegate istruzioni. E' totalmente gratuita!!!

Stampa

CACCIA ALLA STARNA S.V. 2019/2020

on .

Come ogni anno, così come previsto dal Calendario Venatorio della Regione Abruzzo 2019/2020, a partire dal 2 ottobre 2019, sarà possibile cacciare la Starna (Perdix perdix) nel nostro ATC.

Il prelievo della specie sarà possibile esclusivamente seguendo le indicazioni e le limitazioni previste dallo specifico "Piano di Prelievo" allegato e in particolare seguendo le istruzioni sotto riportate:

Limitazioni al prelievo e obblighi del cacciatore:

Al fine di preservare le popolazione naturali di starne presenti sul territorio dell’ATC Pescara, si prevedono le seguenti limitazioni e obblighi che i cacciatori dovranno rispettare:

  • Ogni cacciatore potrà abbattere un massimo di 1 starna a giornata, per un totale di 10 starne nell’intera stagione venatoria 2019/2020
  • Ogni abbattimento di starna, oltre che essere regolarmente annotato sul tesserino venatorio, dovrà essere tempestivamente comunicato all’ATC Pescara tramite: telefono (085-3724246) e fax (085-7992445), oppure via mail (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.), indicando precisamente i seguenti dati:

 

  • Nome e Cognome del cacciatore
  •  Località di abbattimento (Comune e Contrada)
  • Sesso dell'animale abbattuto
  • Età (adulto/Giovane)
  • Eventuale contrassegno (anellino)

 

  • Qualora il limite massimo del Piano di Prelievo (353 starne) sia raggiunto prima della data fissata dal calendario venatorio regionale per la chiusura della starna l’ATC Pescara provvederà a chiudere anticipatamente la caccia alla starna.
  • L’ATC Pescara potrà decidere sospensioni anticipate del prelievo, anche per singole zone, indipendentemente dal raggiungimento o meno del Piano, qualora le condizioni del prelievo, accertate su base tecnico-scientifica, siano considerate non più sostenibili in relazione alla conservazione della specie sul territorio. In tal caso occorrerà un relazione tecnico-scientifica redatta dal Biologo dell’ATC, che esprima le reali motivazioni del provvedimento.

P.S.

Qualora non vengano rispettate le presenti indicazioni per l'anno prossimo l'ATC Pescara non potrà garantire il prelievo della specie per mancanza di dati!!!

Stampa

BANDO PER ASSEGNAZIONE ZONE DI CACCIA AL CINGHIALE RIMASTE LIBERE S.V. 2019/2020

on .

Si comunica che, ad oggi, risultano libere 4 zone di caccia al cinghiale, tutte ricadenti in Macroarea 8 (vedi allegati).

Pertanto si invitano le squadre di caccia al cinghiale regolarmente iscritte all'ATC Pescara per la S.V. 2019/2020, a richiederle in assegnazione (in carta semplice), entro e non oltre il giorno venerdì 4 ottobre 2019, alle ore 11.00.

Si specifica che, in base al Regolamento Regionale (1/2017), tali zone possono essere assegnate anche a squadre già assegnatarie di zona, che con questa ulteriore assegnazione (che avrebbe carattere temporaneo, cioè annuale) possono superare il limite dei 2000 ettari.

Nel caso in cui dopo il presente Bando rimanessero ancora zone non assegnate, provvederà l'ATC ad assegnarle d'ufficio.

Stampa

BANDO PER LA CACCIA AL CINGHIALE IN AREA NON VOCATA - S.V. 2019/2020

on .

L’AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA PESCARA

Nelle more delle disposizioni dettate dal Calendario Venatorio della Regione Abruzzo 2019/2020, con il presente bando,

INVITA

i cacciatori in regola con il pagamento della quota dell’ATC Pescara per la stagione venatoria 2019/2020 e in possesso del titolo di "selecacciatore/selecontrollore cinghiale", oppure di "conduttore cane limiere"

ALL’ISCRIZIONE AL REGISTRO DEI CACCIATORI A SINGOLO DI CINGHIALE PER L’AREA NON VOCATA

e

le squadre in braccata regolarmente iscritte e ammesse dall’ ATC Pescara per la stagione venatoria 2019/2020 che operano nelle macroaree di caccia al Cinghiale

ALL’ISCRIZIONE AL REGISTRO DELLE SQUADRE DI BRACCATA/GIRATA OPERANTI NELL’AREA NON VOCATA

 

OGNI RICHIEDENTE DOVRÀ POSSEDERE I SEGUENTI REQUISITI MINIMI DI AMMISSIONE AL PRELIEVO:

Cacciatore a singolo:

1.Essere iscritto o ammesso all’ATC PESCARA con regolare pagamento della quota 2019/2020 (allegare fotocopia del versamento).

2.Non essere iscritto ad una squadra in braccata/girata nella regione Abruzzo;

3. Essere in possesso del titolo di "selecacciatore/selecontrollore cinghiale" oppure "conduttore di cane limiere"

Squadre in braccata/girata:

1.Regolare ammissione della squadra ad una macroarea per la stagione venatoria 2019/2020;

2.Realizzazione del 60% del piano di prelievo Cinghiale nella stagione 2018/2019.

 

OGNI CACCIATORE AMMESSO AL PRELIEVO A SINGOLO DEL CINGHIALE

ED OGNI SQUADRA IN BRACCATA/GIRATA AMMESSA

DOVRÀ ATTENERSI ALLE DISPOSIZIONI CONTENUTE NEL DISCIPLINARE DELLA CACCIA PROGRAMMATA AL CINGHIALE NELL’AREA NON VOCATA

DELL’ATC PESCARA

- Art. 7, Regolamento Regionale Ungulati 1/2017 –

 

Entro il giorno 30 settembre p.v., ogni cacciatore a singolo dovrà inoltrare, a mano, via Fax o via email, la domanda scritta all’ATC Pescara sul modulo precompilato (ALLEGATO A) con specifica richiesta di assegnazione all’area non vocata.

Entro il giorno 15 ottobre p.v., ogni squadra di braccata/girata dovrà inoltrare nella persona del Caposquadra, a mano, via Fax o via email, la domanda scritta all’ATCPescara sul modulo precompilato (ALLEGATO B) con specifica richiesta di assegnazione all’area non vocata.

NB:

In base alle disposizioni del Regolamento Regionale 1/2017, si ricorda che dal 1 ottobre al 31 dicembre 2018 il prelievo del Cinghiale nell’area non vocata è consentito ai soli cacciatori a singolo che abbiano partecipato al presente bando e siano stati ammessi dall’ATC Pescara; dal 1 novembre al 31 dicembre alle squadre in braccata/girata che abbiano partecipato al presente bando e siano stati ammesse dall’ATC Pescara secondo un programma/calendario delle uscite successivamente comunicato dall’ATC alle squadre ammesse.

A partire del 2 ottobre p.v. i cacciatori a singolo ammessi riceveranno in consegna: n. tre fascette numerate con possibilità di riaverle per contrassegnare i capi abbattuti, apposito tesserino identificativo, la scheda per le annotazioni delle uscite di caccia e dei capi abbattuti. Tale scheda dovrà essere riconsegnata all'ATC entro il 15 febbraio.

I cookie ci aiutano ad ottimizzare la tua esperienza.I cookie memorizzano le preferenze degli utenti e altre informazioni che ci aiutano a migliorare il nostro servizio, ma non c’è da preoccuparsi: nessuna delle informazioni raccolte sul nostro sito identifica l’utente personalmente.

Continuando, accetti le condizioni di policy presenti sul sito.