• fagiano
  • cinghiale
  • lepre
Stampa

RIAPRE LA CACCIA AL FAGIANO NELL'ATC PESCARA FINO A FINE ANNO!!!

Postato in Comunicati

L'ATC Pescara, avendo ottenuto Parere ISPRA favorevole (in allegato) al Piano di Prelievo Fagiano, e relativa integrazione (anch'essi in allegato), così come previsto dal vigente Calendario Venatorio (Capo A, Punto 2), ha disposto la riapertura della caccia alla specie fagiano dal 21 al 31 dicembre 2016In questo periodo il prelievo del fagiano è possibile nel rispetto delle indicazioni riportate nel Piano e nella relativa Integrazione, che sono di seguito brevemente elencate.

  • Prelievo massimo ammissibile di maschi di fagiano: 105 capi
  • Prelievo massimo ammissibile di femmine di fagiano: 196 capi

Limitazioni al prelievo del fagiano e obblighi del cacciatore dal 21 al 31 dicembre 2016:

 

 

  • Ogni cacciatore potrà abbattere al massimo 1 fagiano al giorno, per un totale di 3 fagiani, di cui 1 maschio e 2 femmine, nell’intero periodo consentito;

 

  • Ogni abbattimento di fagiano, oltre che essere regolarmente annotato sul tesserino venatorio, dovrà essere tempestivamente comunicato all’ATC Pescara tramite: telefono (085-3724246) e/o fax (085-7992445), oppure via mail (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.), indicando precisamente i seguenti dati:

 

Ø  Nome e Cognome del cacciatore

Ø  Sesso dell’animale abbattuto

Ø  Località di abbattimento

  • Qualora il limite massimo del Piano di Prelievo sia raggiunto prima della data fissata (31 dicembre 2016) l’ATC Pescara provvederà a chiudere anticipatamente la caccia al fagiano;

 

  • Qualora sia raggiunta anticipatamente la quota di prelievo differenziale per sesso per una delle due classi sociali (maschi o femmine), automaticamente ne verrà sospeso il relativo prelievo venatorio;

 

 

  • L’ATC Pescara potrà decidere sospensioni anticipate del prelievo, anche per singole zone, indipendentemente dal raggiungimento o meno del Piano, qualora le condizioni del prelievo, accertate su base tecnico-scientifica, siano considerate non più sostenibili in relazione alla conservazione della specie sul territorio. In tal caso occorrerà un relazione tecnico-scientifica redatta dal Biologo dell’ATC, che esprima le reali motivazioni del provvedimento.

I cookie ci aiutano ad ottimizzare la tua esperienza.I cookie memorizzano le preferenze degli utenti e altre informazioni che ci aiutano a migliorare il nostro servizio, ma non c’è da preoccuparsi: nessuna delle informazioni raccolte sul nostro sito identifica l’utente personalmente.

Continuando, accetti le condizioni di policy presenti sul sito.