• fagiano
  • cinghiale
  • lepre
Stampa

AGGIORNAMENTO CENSIMENTO FASIANIDI

on .

Il giorno 29 luglio 2016, alle ore 18.00, presso la Sala dei Marmi della Provincia di Pescara, c’è stata una riunione con i "censitori con cane da ferma", per organizzare il censimento estivo dei fasianidi. In questa riunione è stato consegnato il materiale utile per il censimento (adesso scaricabile direttamente dal sito) e sono state illustrate le modalità di censimento. Praticamente sono state descritte le modalità di censimento presenti nel Piano d'Azione Nazionale sulla Starna (recentemente pubblicato sul sito: www.isprambiente.gov.it e scaricabile liberamente da tutti) a cui è necessario attenersi. Ovviamente le modalità per il censimento starna, nel nostro caso, saranno applicate anche al fagiano.

Oltre alla “scheda censimento” e alle “informazioni censimento”, per coloro che non erano presenti alla riunione si specifica quanto segue:

  1. Per ogni uscita censimento bisogna compilare apposita scheda ed allegare una cartina della zona perlustrata (area campione di circa 100 ettari). Le schede possono essere utilizzate contemporaneamente per gli avvistamenti sia di fagiano che di starna.
  2. Le aree campione sono libere da scegliere a facoltà del censitore su tutto il territorio libero. Utilizzate la vostra esperienza, nonché la conoscenza delle zone di immissione di fagiani e starne.
  3. Per chi non sarà in grado di produrre una cartina di ogni singola zona perlustrata cercate di appuntare e tenere a mente l’area perlustrata, fissando il Comune e la Contrada, e poi successivamente, con l’aiuto del tecnico Dr. De Marinis, si cercherà di elaborare le relative cartine.
  4. Non esistono autorizzazioni specifiche, nè giornate particolari potete uscire anche tutti i giorni dal primo giorno utile di addestramento

 

Ai primi di settembre sarà fissata una riunione, dove tutti i censitori dovranno obbligatoriamente partecipare e portare le schede e le cartine, debitamente compilate. La riunione sarà valida anche ai fini del “corso per censitore starna” (totale 6 ore) previsto dal Piano d’Azione Nazionale sulla Starna, pubblicato recentemente sul sito dell’ISPRA.

 

La riunione sarà anche l'occasione per programmare il censimento di fagiani e starne all'interno delle ZRC e ZRV, programmato per settembre, ma con date e modalità ancora da definire...

Stampa

CENSIMENTO ESTIVO FASIANIDI CON CANE DA FERMA

on .

La bozza di calendario venatorio, relativamente alla caccia al fagiano recita:


"Fagiano (Phasianus colchicus): dal 18 settembre al 30 novembre 2016 con un prelievo massimo di due capi per cacciatore; dal 1 dicembre 2016 al 19 gennaio 2017  la caccia è consentita solo nelle unità territoriali di gestione (aziende faunistico-venatorie, eventuali distretti nell’ambito degli ATC) che attuano il monitoraggio standardizzato delle popolazioni, la stima dell’incremento utile annuo, la stesura di un piano di prelievo commisurato alla dinamica della popolazione e l’adozione di meccanismi di controllo che consentono il rispetto del piano programmato. Il piano deve avere il parere favorevole dell’ISPRA. Il prelievo della specie è consentita altresì nelle Aziende agri-turistico-venatorie nell’ambito dell’arco temporale massimo stabilito dalla L.157/92, art.18."
 
E relativamente alla starna:
 
"Starna (Perdix perdix): dal 1 ottobre al 28 novembre 2016; il prelievo è subordinato all’attuazione di interventi di gestione attiva secondo le previsioni dei piani di prelievo proposti dagli ATC. Il monitoraggio e la  reintroduzioni delle popolazioni devono essere conformi al Piano d’azione Nazionale per la starna. La caccia è vietata all’interno delle aree oggetto di piani di reintroduzione finalizzate alla stabilizzazione della specie. Il prelievo alla starna è consentito altresì nelle Aziende agri-turistico-venatorie nell’ambito dell’arco temporale massimo stabilito dalla L. 157/92, art. 18"
 
Al fine di raccogliere dati utili per estendere la caccia al fagiano dal 1 dicembre al 19 gennaio 2017, nonchè per individuare questi famigerati "distretti", e anche ovviamente per raccogliere dati utili per il Piano Prelievo Starna, si propone di organizzare un censimento di fagiano e starna su larga scala (su tutto il territorio libero), a partire dal primo giorno utile in cui il Calendario Venatorio consentirà l'addestramento cani (prevedibilmente dopo ferragosto).
Per organizzare tale censimento ci sarà una riunione con tutti i "censitori con cane da ferma" venerdi 29 luglio 2016, alle ore 18.00, presso la Sala Figlia di Iorio della Provincia di Pescara.
La riunione sarà anche l'occasione per programmare il censimento di fagiani e starne all'interno delle ZRC e ZRV, programmato per la fine di agosto, ma con date ancora da definire...
Stampa

Moduli Selecontrollo Anno 2016

on .

E' possibile scaricare i modelli allegati per effettuare il selecontrollo per l'anno 2016.

Praticamente tutto è rimasto invariato rispetto allo scorso anno relativamente alle modalità operative!

Per le cartine aggiornate, invece, occorre passare in ufficio!

Stampa

Moduli per Segnalazione Danni da cinghiale da parte degli agricoltori e degli agricoltori/selecontrollori

on .

E' possibile richiedere un intervento di "prevenzione danni da cinghiale" all'ATC Pescara, utilizzando i Moduli allegati.

L'ATC Pescara, sulla base dell'Art. 44, Comma 5, della L.R. 10/04, segnalerà tali interventi alla Polizia Provinciale di Pescara, la quale potrà autorizzare gli interventi.

Il Modulo 1 è per gli agricoltori semplici, il Modulo 1 Bis è per i Selecontrollori che sono anche proprietari e conduttori dei fondi e potranno essere autorizzati ad operare sui propri terreni, mentre il Modulo 2 è il Verbale di Intervento che i Selecontrollori devono compilare una volta che effettuano l'intervento su segnalazione.

Stampa

Censimento Beccaccia 2016

on .

In base alla DGR 953/2013 (in allegato) la Regione Abruzzo ha disposto, per tutta la Regione, il censimento nelle date: 12,13,14 e 19,20,21 febbraio 2016 (vedi circolare beccaccia in allegato).

La metodologia di censimento è esattamente quella degli anni scorsi, illustrata nel Protocollo Definitivo (in allegato). In particolare si ricorda che ogni area di censimento (circa 100 ettari) può essere coperta da un massimo di 2 persone, con 2 cani di almeno 3 anni di età. Per ogni zona il censimento deve essere ripetuto 3 volte!!!

Hanno diritto a partecipare solo i cacciatori che hanno frequentato appositi corsi riconosciuti ISPRA.

In particolare si allega l'elenco dei partecipanti al censimento del 2015, che dovranno passare in ufficio, entro e non oltre venerdì 5 febbraio 2016, per riconfermare la zona assegnata l'anno scorso. Tutti gli altri aventi diritto, ma che non hanno partecipato ai censimenti dello scorso anno, potranno comunque passare in ufficio (sempre entro il 5 febbraio) e scegliere tra le zone non assegnate nel 2015.

In allegato troverete anche la scheda censimento!!!

 

IMPORTANTE:

prima di effettuare il censimento tutti i partecipanti devono essere autorizzati dalla Provincia. Quindi nel periodo che va dall'8 all'11 febbraio, pubblicheremo sul sito l'elenco ufficiale degli autorizzati nel 2016 dalla Provincia. Controllate, scaricate, stampate e portatevi dietro l'autorizzazione provinciale, per eventuali controlli che dovessero intervenire da parte degli organi preposti!!!

Stampa

Caccia alla Beccaccia fino al 20 gennaio 2016!!! Valutati positivamente dalla Regione Abruzzo gli sforzi fatti per la gestione della specie

on .

L'ATC Pescara è uno dei pochissimi Ambiti in Abruzzo (solo 3) in cui è possibile prelevare la specie Beccaccia (Scolopax Rusticola) fino al 20 gennaio 2016 (vedi allegato "Proroga Beccaccia"), con l'unica limitazione di un massimo di 2 capi al giorno (così come previsto dal vigente Calendario Venatorio)!!!

Tale risultato ha premiato lo sforzo profuso dall'ATC nella gestione della specie. Infatti l'ATC, sin dal 2012, ha effettuato regolarmente i censimenti faunistici della specie. Dal 2013 c'è stato anche l'adeguamento alla DGR 953/2013, con l'utilizzo delle metodologie di censimento in essa specificate, e con l'impiego di cacciatori opportunamente formati attraverso Corsi riconosciuti ISPRA.

Inoltre si ricorda anche l'enorme impegno profuso nella raccolta e analisi delle ali, che ha portato all'ottenimento di dati fondamentali, che, incrociati con quelli derivanti dai censimenti (e anche dall'analisi dei capi abbattuti) ha permesso di stilare una corposa relazione tecnica (in allegato), che illustra il buono stato di conservazione della specie nel nostro territorio.

In base a quanto emerso dalla suddetta relazione, la popolazione di beccaccia svernante nell'ATC Pescara gode di un buono stato di salute, e questa condizione ha permesso l'estensione del prelievo fino al 20 gennaio.

Un sentito ringraziamento a tutti coloro che hanno reso possibile l'ottenimento di tale risultato: dai "censitori" che si sono impegnati nei censimenti nel mese di febbraio, a tutti i cacciatori che "scrupolosamente" hanno riconsegnato le ali, fino ai tecnici e dipendenti dell'ATC.

Si spera, anche per il 2016, di avere la stessa partecipazione sin qui avuta dai beccacciai nella gestione della specie!!!

I cookie ci aiutano ad ottimizzare la tua esperienza.I cookie memorizzano le preferenze degli utenti e altre informazioni che ci aiutano a migliorare il nostro servizio, ma non c’è da preoccuparsi: nessuna delle informazioni raccolte sul nostro sito identifica l’utente personalmente.

Continuando, accetti le condizioni di policy presenti sul sito.